Balthus: il suo quadro promuove la pedofilia?

Adesso mi pare veramente che si stia esagerando. Io, come è noto, amo l’America e gli americani, ma veramente sono esagerati in tutto. Io ho trovato davvero eccessivo e fuori luogo che stiano nuovamente girando le scene del film Tutti i soldi del mondo per sostituire con Christopher Plummer l’attore Kevin Spacey travolto dallo scandalo sessuale e già “fatto fuori” dalla serie tv House of Cards per lo stesso motivo. Ma che adesso questa furia bacchettona debba abbattersi anche sui dipinti, beh mi sembra davvero ridicolo. Eppure negli States sono state già raccolte più di ottomila firme per chiedere che il Museo Metropolitan di New York ritiri  dall’esposizione il dipinto di Balthus Thérèse dreaming  (nella foto sopra) perché, secondo i promotori della petizione, “promuove la pedofilia”. “Considerato l’attuale clima intorno alle molestie sessuali e alle accuse pubbliche che aumentano di giorno in giorno – affermano i promotori -, mettendo in mostra questo dipinto, il Met sta nobilitando il voyeurismo e la riduzione dei bambini a oggetti». Secondo me ormai stiamo veramente arrivando a un punto di non ritorno. Mi auguro che il Met resista e non ceda a queste richieste assurde ed in effetti ha già fatto sapere di non avere intenzione di rimuovere il quadro poiché “appartiene alla storia della pittura europea» e tra i compiti del museo c’è quello di «raccogliere, studiare, preservare e presentare” le opere di ogni epoca e cultura. Speriamo che il dipinto non sia preso di mira da qualche squilibrato.