Il saluto a Manuel Frattini

L’arte più nobile è quella di rendere gli altri felici.
(P.T. Barnum)

Tutti coloro che desiderano salutare Manuel Frattini, possono farlo al Teatro della Luna (via Giuseppe di Vittorio, 6 – Assago Milano) dove sarà allestita la camera ardente aperta al pubblico oggi, mercoledì 16 ottobre, dalle ore 14 alle 20 e domani, giovedì 17 ottobre, dalle 10 alle 13.
Il funerale sarà celebrato giovedì 17 ottobre alle ore 15 nella Chiesa Parrocchiale Santi Pietro e Paolo in via Cavour a Corsico, Milano.

La lettura di oggi – Un’altra bufala da Salvini

Carissimi fan del “Capitone“, vi volete rassegnare a capire che anche lui, come tanti altri leader di partito eh per carità, vi prende spesso in giro? Oggi vi propongo di leggere questo articolo di Fanpage di Annalisa Cangemi.

Durante l’ultima puntata di ‘Di Martedì’ su La7, dello scorso 8 ottobre, Matteo Salvini ha mostrato una foto: “Un banalissimo orecchio di un agente della polizia penitenziaria preso a morsi da un detenuto nordafricano, mi sono rotto le palle che i nostri uomini della sicurezza vengano aggrediti da delinquenti che arrivano dall’altra parte del mondo”, questa la sua denuncia. Giovanni Floris gli aveva posto una domanda sui suoi rapporti con Savoini, e sul caso della presunta tangente offerta dai russi per finanziare la campagna elettorale della Lega. Ma Salvini ha sapientemente evitato di rispondere, spostando l’attenzione sul suo documento fotografico, che a suo dire era una prova di un’aggressione subita da un agente della polizia penitenziaria nel carcere di San Gimignano, struttura finita già sotto i riflettori nelle scorse settimane, in seguito alla notizia della sospensione di quattro agenti penitenziari, avvenuta nell’ambito di un’indagine che ha interessato 15 poliziotti. La denuncia in quel caso era partita da alcuni detenuti, in merito a presunti pestaggi avvenuti all’interno del carcere. Ma la notizia del morso, rilanciata poi da Salvini sui suoi canali social, si è rivelata una bufala: si sarebbe infatti trattato solo di un incidente, come ha confermato il segretario regionale del Sappe Donato Capece. Il detenuto avrebbe infatti lanciato un fornello a gas all’interno della sua cella, come reazione rabbiosa all’impossibilità di effettuare una telefonata non prevista, che gli era stata già negata in precedenza. L’agente aggredito, colpito quindi per sbaglio, è stato trasportato all’ospedale Le Scotte di Siena, dove i medici gli hanno dato 12 punti di sutura.
La sorella della persona aggredita è stata la prima a smascherare la versione dei fatti diffusa dall’ex ministro dell’Interno. La donna, Francesca Miranda, ha spiegato su Facebook come sono andate davvero le cose: “Ancora una volta questo individuo si è dimostrato un opportunista di cui l’Italia non ha bisogno. È di mio fratello quell’orecchio. Ispettore nel carcere di San Gimignano è stato colpito da un fornello lanciato attraverso lo spioncino della cella. Non sai neanche di cosa si tratta, ma usi le disgrazie di chi rischia la vita, lavorando per lo Stato, mentre tu rubi i soldi agli italiani. Sparisci, vergogna di chi lavora!”. In un altro post è stata la vittima dell’aggressione, Alessandro Miranda, a parlare direttamente, ringraziando per le parole di solidarietà ricevute: “Mi preoccupo per il mio udito sperando che ritorni come prima, ma ciò che mi preoccupa più di tutto sono le ferite dell’animo”. E ancora: “Io sono un ispettore del glorioso Corpo di Polizia penitenziaria. Quello che con sacrificio e abnegazione, 365 giorni l’anno, rischia la propria vita per produrre sicurezza sociale. Siamo il baluardo della società, che attiene ai provvedimenti restrittivi della libertà personale. Un lavoro duro e difficile. Un lavoro che va oltre i nostri compiti. Facciamo anche gli psicologi, i mediatori, e molto di più. Tutto si può dire, ma mai e proprio mai che andiamo oltre i nostri obblighi e doveri”.

 

 

Il Pinocchio che… mi ha cambiato la vita

Oggi posso solo ricordare un grande artista, un amico, un compagno di  una grande avventura, quella del musical “Pinocchio” , in Italia e a New York.

Ciao Manuel, grande artista, persona gentile e generosa. Non sono riuscito a vederti nel tuo ultimo spettacolo – ti avevo sentito quando avevamo dato l’annuncio ed eri così felice di affrontare questa nuova sfida – e sarei venuto ad applaudirti in questa stagione. Mi dispiace tanto. Non riesco a scrivere altro, oggi. Penso solo che conoscerti sia stato uno dei grandi privilegi che la vita mi ha dato.

Addio a Manuel Frattini, indimenticabile Pinocchio

Consigli TV

Non ho nulla di nuovo da consigliarvi completamente… sono un po’… rimasto indietro. E’ iniziata la nuova stagione televisiva e mi piace sempre seguire le novità, o in diretta o in differita, e questo sottrae molto tempo al binge-watching di serie tv. Sto seguendo due fiction RAI: una perché avevo seguito la prima stagione, che mi aveva convinto: “La strada di casa“. Questa seconda parte la trovo al momento un po’ raffazzonata… anche la recitazione è andata secondo me peggiorando. Speriamo che recuperi un po’ nelle prossime serate. Mi aveva convinto molto invece la prima puntata della nuova serie “Imma Tataranni – Sostituto Procuratore“, piazzata alla domenica sera. La settimana dopo in contemporanea c’era il programma di Fabio Fazio (passato chissà perché… anzi perché lo sappiamo, su Raidue) in una concorrenza senza senso, che mi faceva piacere seguire e quindi la seconda puntata ho dovuto recuperarla in altra serata tralasciando un po’ le mie amate serie… Del resto poi al giovedì – quando spesso di capita di andare a teatro – c’è “X Factor“, da recuparare in altri orari. E ora si è aggiunto, in contemporanea, un bellissimo programma di intrattenimento che vi consiglio (visto grazie a Raiplay) “Maledetti amici miei” con Giovanni Veronesi, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Alessandro Haber, Max Tortora e Margherita Buy e tanti ospiti. A me le prime due puntate sono piaciute moltissimo: guardatele.

Ah: nel frattempo sono riuscito anche  a iniziare “The Politician“, nuova serie Netflix che ha per protagonista Ben Platt (nome a noi appassionati di musical ben noto avendo vinto il Tony per “Dear Evan Hansen”) e, nel cast, Gwyneth PaltrowJessica Lange . Sono 8 episodi e ne ho visto ancora poco per esprimermi: vi dirò a breve.