Grazie, Cirio – 2

Ho amici che vivono nelle Marche. In quella regione per mettersi in lista per la campagna vaccinale, si usa la piattaforma del governo, come in molte altre Regioni, quella predisposta da Poste Italiane. Anche in Lombardia, dopo alcuni esperimenti sconfortanti, si usa lo stesso sistema. Dopo aver inserito il numero della tessera sanitaria e il codice fiscale si procede e prima della conclusione si apre un menù dove si deve scegliere giorno, ora e località regionale dell’appuntamento (cioè non necessariamente occorre recarsi nella città di residenza se si trova un orario più comodo in altra località).  Ovviamente vengono proposte solo le opzioni disponibili. In genere tutti mi hanno detto che tutta l’operazione di prenotazione dura al massimo 3 minuti. Ed è una vera prenotazione a tutti gli effetti. Anche un mio conoscente in Lombardia, stessa età mia e di mia moglie, si è prenotato lunedì 19/4 e ha l’appuntamento per il 25 aprile.

Noi in Piemonte no. La nostra Regione è differente. Noi abbiamo www.ilpiemontetivaccina.it  (che già il dominio fa un po’ ridere). Anche qui dobbiamo inserire il numero della tessera sanitaria e il codice fiscale e – quando funziona – successivamente altre info richieste ed alla fine ti sei solo iscritto e devi restare in attesa di un SMS di conferma (mi è arrivato il giorno successivo) e poi di un secondo SMS che ti comunicherà giorno, ora e località della convocazione per il vaccino ( inserito i dati l’8 aprile e non ho alcuna notizia: aspetto fiducioso, comunque, anche perché mi dicono che poi ,  quando si è convocati per il vaccino, almeno nella città dove vivo, tutto funziona per il meglio con personale educato e competente).

Ma per quale motivo non possiamo avere un servizio di prenotazione come tante altre regioni? Siamo forse di serie B?
Di nuovo: grazie, Cirio.

Grazie, Cirio – 1

Le serie che ho visto – Godless

Godless” è miniserie western in 7 episodi . Sì sì: proprio ambientata nel vecchio west. Non avrei mai detto che fosse il mio genere. Ma poiché mi è stata consigliata dal mio amico Saverio, che è sempre affidabilissimo, mi sono lasciato convincere e non posso far altro che consigliarvela caldamente.

In Godless un terribile incidente in miniera ha ucciso quasi interamente la popolazione maschile di La Belle, in New Mexico. Quando il fuorilegge fuggitivo Roy Goode si rifugia nella tenuta di Alice Fletcher, la più scontrosa e solitaria tra le abitanti su cui incombe uno stigma misterioso, è solo questione di tempo prima che il suo feroce e spietato inseguitore Jeff Griffin, il padre adottivo da lui tradito, arrivi in città assieme alla su banda assetata di sangue. Le donne di La Belle sono però abituate a cavarsela da sole, e si preparano a resistere, guidate dalla spavalda e determinata vedova del sindaco, Mary Agnes McNue. (repubblica.it)  La serie ha come protagonisti Jeff Daniels, Jack O’Connell, Michelle Dockery e Thomas Brodie-Sangster; girata a Santa Fe, in Nuovo Messico. è ideata nientemeno che da Steven Soderbergh e Scott Frank. Ottimamente realizzata e coinvolgente sono certo che vi conquisterà.
La storia è ambientata nella città di La Belle (conosciuta anche come LaBelle), una vera città che si trovava nella contea di Taos nel Nuovo Messico, verso la fine del 20 ° secolo. Per il suo ruolo di Frank Griffin Jeff Daniels ha vinto l’Emmy Award 2018 come attore non protagonista.

Premio stupidità del giorno

È accaduto in Salento: una famiglia di Cosenza (madre, padre e due figli minorenni) ha violato le norme di tutela ambientale e quelle imposte dalle normative anti Covid per invadere la spiaggia protetta di Porto Cesareo con il proprio suv. I residenti hanno però avvertito le autorità dell’Area marina e i carabinieri, che sono intervenuti per fermare il “rally”. Ora i proprietari del Range Rover Evoque, ripresi nei video dei testimoni e diffusi da Cosenza Channel e Leccenews24, dovranno pagare una multa da 2700 euro. (Corriere TV). Beh direi che il premio se lo meritano proprio, eh? Prima gli italiani…