Occhio alle Fake News, per favore!

Ne ho già parlato più volte in passato, ma ci ritorno perché è cambiato ben poco.

Ormai, con i social, siamo tutti “comunicatori”, quindi abbiamo tutti il dovere di stare attenti prima di scrivere. Un appello a tutti i miei contatti di Facebook e Twitter ma anche a tutti un po’ in generale. Prima di “postare” un articolo sui social network, per favore verifichiamo la fonte. Se il sito che l’ha pubblicato è chiaramente un portale di fake news, perché perdere tempo a copiarne il link e gli altri a leggerlo? Mi direte che non tutti sono in grado di capire subito se si tratta di una bufala. In aiuto però viene bufale.net che pubblica una lista in continuo aggiornamento di tutti i siti di falsa informazione e similari, divisi per tema. In alcuni casi è semplice: se si tratta di Il Fattone Quotidiano invece che Il Fatto è ovviamente un sito di bufale no? Come pure Il Messaggio invece de Il Messaggero, oppure Corriere di Sera invece che Corriere della Sera basta fare un po’ di attenzione. In altri casi magari è meno evidente e allora l’elenco a questo link direi che ci viene in aiuto. E poi dopo un po’ si acquista anche un certo… “fiuto”. Se leggiamo di una ennesima sorella della Boldrini con incarichi prestigiosi… beh ormai direi che è sicuramente una bufala.

In questo periodo poi è doppiamente importante stare attenti. Siamo tutti giustamente preoccupati per la situazione sanitaria e per cosa ci attende in futuro. Non intasiamo la rete con sciocchezze complottiste che non hanno capo né coda e per cui basta fare una semplice ricerca su Google per capire che non c’è nulla di vero?

Poi ci sono le notizie di Lercio, come quella qui sotto, ma quelle almeno sono divertenti!