Quando ti senti … pirla

Cancellati d’ufficio tutti i debiti per il bollo auto non pagato dal 2000 al 2010 e fino a un importo massimo di 1.000 euro. Questo il contenuto del famoso decreto fiscale 2019, ribattezzato non a caso “strappa-cartelle”: la maxi sanatoria cancella debiti comprende infatti anche la tassa automobilistica.
Il decreto è già in vigore da mesi, ma solo ora – grazie ad un chiarimento specifico del ministero – è diventato ufficiale.
Questo si legge su tutti i giornali da ieri. Se, come me, avete pagato tutti gli anni questo balzello, o magari anche due in famiglia, non vi sentite un po’ pirla anche voi? Anche perché non è che pagando questa tassa i servizi forniti dalla Regione per la manutenzione delle strade siano eccellenti… o sbaglio? Comunque, se è in vigore da mesi, dobbiamo questa solenne ingiustizia – io la considero tale – al governo Lega/5 Stelle. Ma non si doveva fare una lotta al’evasione? Bah…

Vabbè, scusate lo sfogo, ma la cosa mi ha fatto inxxxxxx non poco.