Consigli di serie: Shtisel

Una serie davvero molto molto molto particolare, almeno per noi. Non ho ancora terminato di vederla tutta, ma mi piace davvero molto e ve la consiglio. Non essendo doppiata in italiano ma solo disponibile con i sottotitoli, non si riesce infatti a vedere velocemente, anche perché non è in inglese, ma in yiddish. S’intitola “Shtisel”, che è il cognome della famiglia protagonista. Netflix la presenta così: ”Una famiglia haredi che vive in un quartiere ultra-ortodosso di Gerusalemme fa i conti con amore, perdita e difficoltà della vita quotidiana”. Ma direi che è una presentazione un po’ troppo semplicistica. Io la trovo interessante prima di tutto perché mi offre una finestra su un mondo che non conosco affatto: quello degli ebrei ortodossi. Le donne sono ingabbiate rigidamente in ruoli stabiliti dalla tradizione, ma poi in realtà sono sempre loro a riuscire a gestire le situazioni con le loro collaudate ed antichissime tecniche di manipolazione.  Tutto ciò che è moderno va tenuto a distanza, anche la televisione (quindi figuriamoci il web e gli smartphone). Insomma: un mondo comunque affascinante, narrato con maestria e con interpreti straordinari. Non può non conquistare. E la secondo serie, che sto terminando, non delude, anzi: è forse ancora più intrigante.