#PerFontanaSonoTroppi

Il Ministro Fontana, parlando con i giornalisti, ha dichiarato:  “A me dieci vaccini sembrano troppi ma non sono un medico“. Una frase decisamente superficiale per essere pronunciata da un rappresentante istituzionale, che ovviamente non è stata perdonata dalla rete. Immediatamente è stato creato l’hastagh  #PerFontanaSonoTroppi ed è stato poi tutto un fiorire di frasi a tema. Ringrazio l’amico Massimo Galluzzi (medico e quindi acerrimo nemico dell’ignoranza no vax) per aver raccolto queste:
Troppi 32 denti, ma non sono un dentista
Troppe 10 dita, ma io non sono un matematico
Troppi 88 tasti, ma non sono un pianista
Troppe 10 ragazze per me, ma non sono Battisti
Troppe quattro ruote, ma io non sono un automobilista”
Troppi 24 mila baci, ma non sono Celentano
Troppe ventimila leghe sotto i mari, ma non sono Verne
Sono troppe tre civette sul comò, ma non sono la figlia del dottore
Troppi i pianeti del sistema solare ma non sono Galileo
Troppi 11 calciatori ma non sono Mourinho
Troppi 300 mila km al secondo, ma non sono Einstein
Troppe 24 ore ma non sono un orologiaio
Troppe tre leggi per descrivere il moto dei pianeti, ma non sono Keplero
Troppi 4 stati per la materia, ma non sono in fisico
Troppe 200 miliardi di stelle nella Via Lattea, ma non sono un astronomo
Troppi i neuroni di molti politici ma non sono un neurologo
Troppi sei giorni per creare il mondo ma non sono Dio
Troppe le tre leggi della dinamica ma non sono Newton
ecc.ecc.ecc.
E se poi volete farvi quattro risate, qui sotto un video proprio spiritoso

Le passioni non hanno età

Dal “Corriere della Sera” dell’altro giorno: Una passione, quella per la musica, che non ha età. Tanto da spingere due anziani uomini di una casa di riposo tedesca a scappare dalla struttura per partecipare al Wacken Open Air Festival, uno degli eventi più attesi nel mondo dell’heavy metal. Venerdì notte, come riporta il Deutsche Welle, gli infermieri si sono resi conto che i due anziani mancavano all’appello, e hanno subito allertato la polizia che ha iniziato le ricerche. I due «fuggitivi» sono stati trovati alle 3 di notte mentre assistevano al festival heavy metal. La polizia li ha dovuti convincere ad abbandonare la quattro giorni di musica e tornare in ospizio: in un primo momento i due fan si sono rifiutati di farsi riaccompagnare presso la casa di riposo, poi hanno deciso di accettare un passaggio in taxi verso la struttura sanitaria… Troppo forti questi due. Se mai capiterà a me in futuro controllate che nella zona non ci sia in scena un musical: sarei lì sicuramente 😊.

Premio stupidità del giorno

Riporto nome e cognome di questi “nostri” rappresentanti, assessori e consiglieri regionali (della Liguria, ma sempre “nostri” rappresentanti sono): Sonia Viale, Stefano Mai, Andrea Benveduti, Alessandro Piana, Franco Senarega, Paolo Ardenti, Giovanni De Paoli e Vittorio Mazza. Questi signori, che evidentemente non hanno nulla di meglio da fare, hanno pensato bene di organizzare un poco divertente – per noi – siparietto proprio davanti al Palazzo della Regione a Genova, per farsi fotografare mentre baciano delle uova fresche. Questo, naturalmente, in polemica con chi inizialmente aveva classificato come razzismo l’episodio di cui era stata vittima la nostra atleta Daisy Osauke. Bravi, complimenti. Così si amministra il territorio, così si contribuisce alla pace sociale. Così si onora davvero la carica istituzionale ricoperta, così si mostra veramente tutta la propria intelligenza.  Non vi scrivo di quale partito fanno parte questi signori, perché la stupidità non ha appartenenza politica, è ovunque.

La vittoria dell’ignoranza

Non pensavo che, alla fine, l’avrebbero fatto davvero. E invece i due partiti che formano la coalizione di governo e che comunque litigano su vari argomenti, su questo – fondamentale per la salute – si sono subito trovati in accordo. Slitta all’anno scolastico 2019/2020 l’esclusione da nidi e materne dei bambini non in regola con le vaccinazioni. La commissione Affari costituzionali del Senato ha infatti approvato i due emendamenti identici, a firma M5s e Lega, all’articolo 6 del decreto “proroghe”. Decade così quanto previsto dall’articolo 3 della legge Lorenzin che un anno fa ha ripristinato l’obbligo vaccinale per bambini e ragazzi da zero a sedici anni, e secondo cui la presentazione della documentazione sull’avvenuta vaccinazione “costituisce requisito d’accesso”. È un premio all’ignoranza. Una decisione di questo genere è un marchio per tutte le altre decisioni che questi signori prenderanno e di cui, di conseguenza, non mi fiderò. Sì: sono proprio incazzato. È una decisione stupida e inconcepibile. Non è una scelta di libertà.  Si tratta di un pericolosissimo riconoscimento a opinioni dettate da ignoranza anziché a indicazioni suffragate da dati scientifici. Sono sicuro che prima o poi dovranno risponderne agli italiani.

Intanto mi è piaciuto molto il tweet di Makkox (disegnatore) che ha scritto: ok avete vinto. mi adeguo al pensiero. mi pongo positivo. tipo: vista la vs posizione su obbligo vaccinale, mi togliereste anche l’obbligo di sto cazzo di casco in moto? tanto non è che col casco non caschi. non previene un cazzo, ci sono studi. intanto questa. poi ho altre idee