Le serie che ho visto : Only Murders In The Building

Una delle sorprese più interessanti tra le serie tv dell’anno da poco trascorso è questa “Only Murders In The Building” che è programmata in Italia dalla piattaforma Disney+. Creata da Steve Martin e John Hoffman (Grace and Frankie) è composta, per la prima stagione, da 10 episodi.

Ne sono protagonisti lo stesso Steve Martin, Martin Short e una sorprendente Selena Gomez.  Definita “comedy drama”, la serie sa mischiare con gusto e intelligenza comico e thrilling. La storia è quasi interamente ambientata in un ricco condominio di Manhattan dove avviene un omicidio. Tre residenti nel palazzo sono accomunati da interesse per il “giallo” ma  non hanno alcuna esperienza nelle investigazioni. Nonostante questo decidono di indagare sulla vicenda raccontandola anche in un podcast, fin quando i sospetti non ricadono anche su di loro.  Tra i personaggi della serie troviamo anche Sting nei panni di se stesso, un sempre bravo Nathan Lane (The Producers) e una divertente  Jane Lynch (Glee).Consigliatissimo, insomma.

Quando ti prende la rabbia…

Quando ti parte la rabbia e non si riesce a controllarla. Non mi è mai capitato. Solo una volta, durante una riunione di lavoro, ho avuto una reazione rabbiosa, così inaspettata da aver spaventato i colleghi. Succede sempre così quando chi non si arrabbia mai mostrai denti. Ma in genere non mi succede.  Un popolare conduttore televisivo di un notiziario messicano, Leonardo Schwebel, l’altro giorno si è … lasciato andare decisamente …

Un’invettiva davvero potente contro i no-vax: “Smettetela di frenare il mondo intero!” e ancora: “Massa di imbecilli, mettetevi quella dannata mascherina sul viso!
Gli si può far torto?

P.S. : cercando un’immagine da utilizzare per questo post ho trovato quella con l’amico Riccardo Berdini, interprete di musical e ora, da un po’ di anni, residente a Los Angeles. Ne approfitto per salutarlo.

Breve storia triste (ma vera)

La 57enne Hana Horká del gruppo folk ceco Asonance aveva scritto giorni fa su Facebook di essersi infettata volontariamente con la variante Delta, così da non doversi vaccinare, e di essere felice, perché avrebbe potuto finalmente tornare a vivere come tutti gli altri.
E’ morta. In due giorni.

Il figlio Jan Rek  sui social, si è scagliato contro alcuni esponenti dei movimenti anti-vax per aver messo in dubbio la gravità della pandemia, spingendo così la madre a fare quello che poi avrebbe fatto. «Avete plagiato mia madre, che ha basato tutte le sue argomentazioni sulle vostre teorie. Vi disprezzo, siete uno spreco assoluto»

Fine

Video del giorno: Ode al farmacista

Mi ha divertito. Loro sono i Panpers e li trovo davvero simpatici. Ma fanno anche pensare. Buona giornata.