La sveglia sul collo

Post assolutamente inutile ma… ogni tanto bisogna anche occuparsi di futilità, di ricordi e di nostalgia. Oggi è il famoso 7 di luglio e se non sapete perché è famoso probabilmente siete troppo giovani. Il riferimento è al testo di una canzone, sigla del un programma televisivo di Raiuno del 1976 “Due ragazzi incorreggibili” che aveva per protagonisti Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. A cantare la sigla di apertura di cui vi dicevo intitolata “Oba-ba-luu-ba ” era Daniela Goggi. Una canzone con un testo non certo da meritarsi l’ingresso nella storia della letteratura, con frasi anche un po’ senza senso, ma che è comunque entrata nel patrimonio affettivo di molti.  E’ scritta da Castellano/Pipolo/Corbucci/Amendola con musica di Franco Pisano.  Io dico che i meno giovani se la ricordano… Buon ascolto!

Giornata Mondiale del Bacio

Ebbene sì: oggi si celebra la Giornata Mondiale del Bacio. Mi direte che festeggiarla durante una pandemia non è facilissimo. In realtà con la persona con cui dividiamo la vita non dovrebbe esserci differenza tra periodo normale e attuale. Anzi, direi che farlo oggi è ancora più importante. Si festeggia il 6 luglio ormai da 30 anni. Leggo su internet che secondo la scienza, infatti, il bacio è un toccasana per la salute. Fa lavorare 35 muscoli facciali. Una meravigliosa ginnastica anti-rughe. Coinvolge 112 muscoli posturali. Aumenta l’autostima e le difese immunitarie. Riduce i livelli di cortisolo, ovvero l’ormone dello stress, e aumenta l’ossitocina, ovvero l’ormone dell’amore. Favorisce la circolazione sanguigna e contrasta l’invecchiamento della pelle. Addirittura allunga la vita di 5 anni. (Fonte:  amica.it)
Quindi correte a baciare la persona del vostro cuore. Buona giornata del bacio a tutti.

Consigli di serie – Crisi in sei scene

Una mini-serie di qualche anno fa (2016) che mi era sfuggita ed è ora disponibile si Amazon Prime Video. S’intitola “Crisi in sei scene” e porta la firma di Woody Allen, che ne è anche protagonista. Diciamo subito che non si tratta di un capolavoro… tutt’altro. Quindi la consiglio solo a chi, come me, ha una grande ammirazione per Allen. Infatti, pur dando ragione alle critiche che non l’hanno giudicata troppo bene, io in ognuna delle 6 – brevi, 20 minuti ciascuna – puntate ho sempre, comunque, trovato almeno uno/due motivi che mi hanno reso felice di averla vista. Insomma: qualche risata poi arriva sempre. Nel cast, coprotagonista – ed è una curiosità – c’è Miley Cyrus. Con loro poi una bravissima Elaine May, John Magaro e la futura Mrs. Maisel Rachel Brosnahan.
Crisi in sei scene si svolge negli anni 60 ovviamente in America. Una famiglia borghese dei sobborghi riceve l visita di un’ospite che ne sconvolge completamente la vita …
Perciò ripeto: se amate Woddy Allen e ancora no avete visto questa serie… non potete assolutamente perderla. Buona visione. (Il trailer qui sotto è in inglese, ma la serie è disponibile in italiano).

L’ha detto davvero

Provate a indovinare chi ha detto questo:  “A questo punto presentiamo un bel disegno di legge contro l’eterofobia, perché non c’è differenza se vengo preso a schiaffi io o un altro”.  Sì, Matteo Salvini ha detto questo, dichiarando la sua contrarietà ad una legge sull’omofobia.
Ma ditemi: secondo voi non capisce o finge di non capire? Da quando gli eterosessuali sono una categoria a rischio che necessita di una legge per essere difesa?
Salvini: se mai sarà preso a sberle sia chiaro: non sarà perché è eterosessuale. Tranquillo. Oppure: ci mandi una mail con l’elenco di tutte le volte che è stato discriminato in quanto eterosessuale, su.