Mattarella? E’ un agente segreto britannico

Non sono impazzito e non è neppure la trama di una improbabile fiction fantascientifica. E’ una tesi portata avanti da un gruppo di complottisti e intercettato su un video di BitChute, piattaforma utilizzata da destra estrema e formazioni cospirazioniste. Era poi presente anche su Parler, la piattaforma cui si è ora iscritto Trump dopo l’espulsione da Twitter. A Parler si è di corsa iscritto, pensate un po’, anche Matteo Salvini. Ma se volete seguirlo siete in ritardo: l’App di Parler è stata bannata dagli store di Apple e Google in quanto ritenuta pericolosa e infine proprio chiusa per… indegnità, in quanto conteneva inviti alla violenza senza alcuna moderazione. Solo Salvini poteva ritenere di doversi iscrivere: tirate voi le somme. Ecco il video che è stato riportato dal quotidiano La Stampa: Un signore con barba bionda e voce profonda racconta l’ultima novità in fatto di teorie del complotto. Mostra sul suo telefono una foto poco chiara che, a suo dire, ritrarrebbe il presidente Mattarella arrestato con Mike Pompeo dalla polizia italiana. «Non so se è vero o no ma quello che vi posso dire è che l’Italia è l’ultimo tassello di un piano di contrattacco cospirazionista ordito dalla Nato contro gli Stati Uniti, il cui regista è il Regno Unito», dice l’uomo rilanciando il mito del primo grande tiranno contro cui i patrioti hanno combattuto nel 1776 per la libertà. Non a caso le milizie dei lII Percenters si ispirano al 3% di coloni che imbracciò il fucile contro i britannici durante la Rivoluzione americana. «Mattarella è apparentemente un agente del Mi6 (i servizi segreti di Sua Maestà) – prosegue il narratore – e lui ha messo l’intero governo a supporto dell’operazione condotta sotto copertura dai britannici contro il presidente degli Stati Uniti d’America e per controllare l’intero sistema elettorale».
Vi rendete conto?